Per “rispetto del Papa” il governo ridà ai cattolici l’ex nunziatura di Hanoi

La notizia ancora ufficiosa giunge all’indomani di una lettera del card. Bertone all’arcivescovo della capitale e di un nuovo incontro dello stesso mons. Ngo con le autorità. La preghiera “di protesta” andava avanti da prima di Natale.

HANOI – Giovedì, 1 febbraio 2008 (AsiaNews) .  – Sembra sia giunta una soluzione positiva per la richiesta dei cattolici di Hanoi di ottenere la restituzione dell’edificio che un tempo ospitava la delegazione apostolica. Fonti ecclesiali vietnamite di AsiaNews affermano che le autorità “per mostrare buona volontà e rispetto verso il Papa” hanno deciso di concedere ai cattolici l’uso del complesso. Ciò farà sospendere le manifestazioni in corso da oltre un mese. Secondo le stesse fonti, l’intera vicenda dovrebbe concludersi “a giorni”, forse addirittura prima del capodanno lunare, il Tet, ossia entro il 6 febbraio.
Se confermata ufficialmente, la conclusione della vicenda giunge all’indomani di una lettera del cardinale segretario di Stato vaticano, Tarcisio Bertone, all’arcivescovo di Hanoi e di un ulteriore incontro dello stesso mons. Ngo Kuang Kiet con esponenti delle autorità comuniste.
Nella lettera del card. Bertone si affermava che Benedetto XVI sta seguendo quanto accade in Vietnam e che il Vaticano sarebbe intervenuto sul governo per trovare una soluzione alla controversia che oppone l’arcivescovato alle autorità comunali sulla questione dei diritti di proprietà e di usufrutto del complesso della ex delegazione apostolica. Nel messaggio, che ha la data del 30 gennaio, il porporato esprime “ammirazione” per i cattolici di Hanoi che stanno pacificamente manifestando, ma anche il timore che la protesta possa degenerare ed invita quindi a tornare alla “normalità”.
“Come può immaginare – scrive il card. Bertone all’arcivescovo di Hanoi  – la Segreteria di Stato segue con grande attenzione e sollecitudine gli avvenimenti di questi ultimi giorni ad Hanoi”. “Sono pieno di ammirazione – si legge ancora nel documento, in francese – davanti ai sentimenti di fervente devozione e profondo attaccamento alla Chiesa ed alla Santa Sede mostrati da migliaia di fedeli che, giorno dopo giorno, si riuniscono pacificamente per pregare di fronte a questo edificio, divenuto un simbolo, per chiedere ai responsabili civili di farsi carico delle necessità della comunità cattolica. D’altro canto, il fatto che queste manifestazioni continuano non può non suscitare qualche preoccupazione, perché, come spesso accade in simili casi, esiste il concreto pericolo che la situazione sfugga di mano e possa degenerare in dimostrazioni di violenza verbale o anche fisica. Ecco perché, a nome del Santo Padre, che è costantemente informato dell’evoluzione della situazione, le chiedo di intervenire perché siano evitati gesti che potrebbero turbare l’ordine pubblico e si torni alla normalità. Sarà così possibile, in un clima più sereno, riprendere il dialogo con le autorità, per trovare una soluzione appropriata a questo delicato problema. Posso assicurarle, che la Santa Sede, da parte sua, come ha sempre fatto, non mancherà di farsi interprete col vostro governo delle legittime aspirazioni dei cattolici vietnamiti”.

***


Out of “respect for the Pope’ the government yields the former nunciature to Hanoi Catholics


The still unofficial report comes a day after Cardinal Bertone writes a letter to the capital’s archbishop who met again local authorities over the matter. Prayer “protests” had been going since before Christmas.

Hanoi (AsiaNews) – The request made by Hanoi Catholics for the return of the building that once housed the Apostolic Delegation seems to have been answered. Church sources in Vietnam told AsiaNews that the authorities have decided to allow Catholics to use the building “to show their good will and respect for the Pope.” The same sources said that the whole issue should be solved “within days,” perhaps before Tết, the Vietnamese New Year, which falls on 6 February.

If officially confirmed, the denouement of the matter comes after Vatican Secretary of State Card Tarcisio Bertone wrote a letter to Mgr Ngô Quang Kiệt, archbishop of Hanoi, who held another meeting with Communist authorities.

In his letter Cardinal Bertone said that Benedict XVI is following events in Vietnam and that the Vatican has contacted the Vietnamese government to find a solution to the dispute between the archdiocese and city authorities about who owned or held usufructuary rights to the compound that once was home to the former Apostolic Delegation.

In his message dated 30 January the prelate expressed his “admiration” for Hanoi Catholics and their peaceful demonstrations but also concern that the protest might get out of hand. For this reason, he urged everyone to go back to normal.

“As you can imagine, the Secretariat of State has closely and attentively followed events in the last few days in Hanoi,” wrote Cardinal Bertone in his letter to the archbishop of Hanoi.

“I am full of admiration,” the letter said in French, “for the feelings of great devotion and deep attachment to the Church and the Holy See shown by the thousands of faithful who, day after day, met peacefully to pray in front of this building, which has become a symbol, to ask the civil authorities to take charge of the needs of the Catholic community.”

“Moreover, the fact that these demonstrations are continuing cannot but be a cause of concern because, as it often occurs in similar cases, there is a real danger that things might get out of hand and degenerate in demonstrations of verbal or even physical violence. This is why on behalf of the Holy Father, who is constantly informed of the evolving situation, I call upon you to intervene so that every action that might trouble public order be avoided and things may get back to normal. It will thus be possible to renew the dialogue with the authorities in a calmer atmosphere and find an appropriate solution to this delicate problem. I can assure you that, as it has always done before, the Holy See will not fail to act for the legitimate aspirations of Vietnamese Catholics vis-à-vis your government.”

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: