Spagna, Zapatero non esclude di rinegoziare accordi con Chiesa

MADRID 6 feb. (Apcom) – Il premier spagnolo, José Luis Zapatero, non ha smentito oggi le dichiarazioni fatte l’altro ieri dal segretario organizzativo del Psoe, José Blanco, secondo cui il governo socialista potrebbe decidere – se rieletto il prossimo 9 marzo – di rinegoziare gli accordi finanziari con la Chiesa spagnola. Durante una conferenza sui temi economici in vista delle elezioni, il capo del governo di Madrid ha risposto a una domanda in merito dicendo che “è evidente che questa possibilità è sempre aperta”, ma ha sfumato la sua affermazione aggiungendo: “Ma se si aprirà, sarà con dialogo e consenso”.

Zapatero ha criticato nuovamente la nota della scorsa settimana della Conferenza episcopale spagnola, con cui i vescovi iberici hanno di fatto consigliato ai fedeli di non votare per il partito socialista, puntando il dito soprattutto contro il suo negoziato con l’Eta, finito l’anno scorso dopo nuovi attentati del gruppo terrorista: “E’ la prima volta che in una nota della conferenza episcopale prima delle elezioni si fa una riflessione generale sulla legittimità o meno del dialogo (con l’Eta)”, ha detto Zapatero, rispondendo all’argomento con cui i prelati si sono difesi dalla polemica suscitata, cioè che avevano già emesso note simili alla vigilia delle elezioni del 2000 e del 2004.

Secondo quanto riportato dai media spagnoli, il premier ha evitato toni duri, dicendo che non intende tacere ma neppure arrabbiarsi. Zapatero ha dissentito con la posizione dei vescovi sull’educazione civica, ma si è rivolto al Nunzio Vaticano in Spagna, Manuel Monteiro de Castro, che assisteva alla conferenza, per esprimergli il suo apprezzamento, e ha indicato di volerlo incontrare presto, non oltre la prossima settimana, per un colloquio bilaterale del tutto informale e amichevole.

Secondo fonti del governo citate oggi dal quotidiano di sinistra ‘Publico’, il Psoe sarebbe pronto a sfruttare elettoralmente l’attacco dei vescovi nei suoi confronti, che potrebbe allontanare dal Partido popular (Pp) l’elettorato indeciso di centro, ma non intende esagerare nella sua reazione per non provocare l’effetto opposto. E l’ipotesi di rinegoziare gli accordi con la Chiesa sarebbe più lontana di quanto la cassa di risonanza della campagna elettorale non faccia sembrare

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: